Santa Messa in memoria di Don Luigi Re

Home / Santa Messa in memoria di Don Luigi Re

Santa Messa in memoria di Don Luigi Re

Data
08/05/2015
10:00 am

Dove: Alpe Motta

In occasione del 50° della morte di don Luigi Re (aprile 1965)

Programma:
– ore 10,00 appuntamento presso il parcheggio della Casa Alpina di Motta e partenza per la Madonna d’Europa
– ore 12,00 Santa Messa celebrata da don Antonio Giovannini, pronipote di don Luigi, alla Madonna d’Europa, dove è sepolto don Luigi Re (mt. 2.000)
– colazione al sacco

La Casa Alpina di Motta iniziò la sua attività a metà degli anni ‘20 del secolo scorso, frutto del lavoro di don Luigi Re, prete della chiesa di Milano, che mal soffriva l’aria della città di cui era coadiutore alla Parrocchia di S. Francesca Romana a Porta Venezia. Incominciò organizzando campeggi per gli orfani della grande guerra del 15-18 e, via via, le case in muratura sostituirono le tende e le successive baracche di legno. Durante la guerra 1940-45 il Card. Alfredo Ildefonso Schuster, Arcivescovo di Milano, indirizzò alla Casa Alpina persone che fuggivano dal regime fascista e dalle leggi razziali e, don Luigi, che conosceva tutti gli spalloni della zona (ossia coloro che contrabbandavano sigarette, sale, zucchero e altri generi di primaria necessità per la popolazione locale), che praticavano a occhi chiusi i sentieri delle montagne della Valle S. Giacomo e li incaricava di accompagnare oltre confine, al sicuro, quelle persone. Ne vide tante don Luigi, tanto da dire: “Mai più la guerra” e, come baluardo di garanzia della pace, volle sulla cima Serenissima a m. 2.000 la statua della Madonna d’Europa, benedetta il 12 settembre 1958 da Mons. Giovanni Battista Montini, Arcivescovo di Milano che, in seguito, fu eletto Papa con il nome di Paolo VI°. Molti furono i giovani che passarono da questa casa e, ancora oggi, signori attempati si presentano alle porte della Casa Alpina a dire che loro, da giovani, furono qui ospiti. E i ricordi di questi signori si sgranano come un lungo rosario. Alla morte di don Re, la casa passò alla Curia di Milano che, nel 1984, la cedette alle ACLI milanesi che la ristrutturarono e divenne non solo luogo di ricezione di turisti, ma anche come sede di corsi di formazione e sede del Centro Ecumenico Europeo per la pace. La nuova cappella, inaugurata dal Card. Carlo Maria Martini assieme a preti ortodossi e pastori evangelici, risente di questo spirito che è un tutt’uno con il Santuario della Madonna d’Europa. Oggi tutto questo complesso fa parte della Fondazione ACLI Milanesi.

Informazioni:
Ufficio Turistico di Madesimo
Tel. +39 0343 53015
info@madesimo.eu

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.