Passeggiate invernali e ciaspole

Home / Passeggiate invernali e ciaspole

Passeggiate invernali e ciaspole

WI02752

Piacevoli passeggiate nei boschi innevati su sentieri battuti o escursioni nella neve fresca con le ciaspole sono i modi migliori per immergersi nella natura incantata delle montagne che circondano Madesimo.

PASSEGGIATE INVERNALI

Passeggiata lungo il fiume

Partenza: Madesimo – passerella sulla diga
Arrivo: zona fondovalle / Alpe Macolini (1.656 m.)
Dislivello: circa 100 m.
Questa passeggiata inizia dalla passerella lungo il bacino artificiale (che si può costeggiare da entrambi i lati) che si trova all’entrata di Madesimo, attraversa tutto il paese per poi continuare fino al fondovalle, sempre costeggiando il corso del torrente Scalcoggia. Si tratta di una passeggiata riservata esclusivamente ai pedoni, lungo un percorso facile e pianeggiante o in leggera salita. Il primo tratto fino in località Dogana Vegia (circa 2 km) è adatto anche ai passeggini e illuminato in notturna; da qui è possibile proseguire fino all’Alpe Macolini lungo un percorso battuto che ripercorre la strada carrozzabile in estate. Arrivati in fondovalle si può godere di un bel panorama sulle piste da sci, parte dell’abitato di Madesimo, l’Alpe Motta e il Santuario di Nostra Signora d’Europa (una statua dorata alta m.15 raffigurante la Madonna, situata sull’Alpe Motta). Una variante di questa passeggiata parte dalla località Dogana Vegia e attraversa il piccolo nucleo di baite denominato “Zerbi”, per poi ricongiungersi più a valle alla strada carrozzabile (passeggiata “La Strecia”).

Passeggiata degli Andossi

Partenza: passeggiata lungo il fiume / zona “ponte romano”
Arrivo: località Mottaccio (1.706 m.)
Dislivello: circa 150 m.
Questa passeggiata ha inizio dalla “Passeggiata lungo il fiume” (vedi sopra) all’altezza del cosiddetto “ponte romano”. Oltrepassato questo ponticello, salire seguendo l’indicazione “Passeggiata ciclabile degli Andossi”, lungo un percorso che attraversa gli Andossi, un altopiano calcareo situato sul versante orografico destro della Valle Scalcoggia, fino a raggiungerne l’estremità meridionale in località Mottaccio (circa 1 ora di cammino). Sugli Andossi vi sono gruppi di baite, la graziosa chiesetta di San Rocco e alcuni punti di sosta e ristoro.

Strada per Motta

Partenza: inizio di “Via Per Motta”
Arrivo: località Motta (1.720 m.)
Dislivello: circa 200 m.
La passeggiata porta da Madesimo all’abitato di Motta (frazione del comune di Campodolcino) lungo una strada, attraversando un bel bosco di larici. A Motta vi sono bar, ristoranti e pizzerie situati direttamente sulle piste da sci, un anello di circa km 5 per la pratica dello sci di fondo. Da Motta si può poi proseguire fino alla località Lago Azzurro, aumentando il percorso di circa km 1,8 e con un ulteriore dislivello di m. 140.

Strada vecchia per Pianazzo

Partenza: località Scalcoggia (a sinistra dell’ingresso nella galleria)
Arrivo: Pianazzo (1.400 m.)
Dislivello: circa 150 m. in discesa
Lunghezza: circa 1,3 km
La passeggiata porta da Madesimo alla frazione di Pianazzo, lungo la vecchia strada che in passato era carrozzabile, ma oggi dopo l’apertura della galleria (1974), è diventata un percorso riservato esclusivamente ai pedoni. Passeggiata facile, adatta anche ai passeggini. Illuminata in notturna. Lungo il percorso si possono ammirare due cascate:
1) Cascata del Catino: cascata di circa 100 m. di salto, alimentata dalle acque del torrente Scalcoggia.Il nome della cascata deriva dalla forma assunta dalla roccia in seguito all’erosione data dall’acqua
2) Cascata di Pianazzo: con i suoi 180 m. di salto è la cascata più alta della Valchiavenna, anch’essa alimentata dalle acque del torrente Scalcoggia. L’arrivo della passeggiata è proprio al “belvedere” sulla cascata.
In inverno, nei periodi di alta stagione, è istituito un servizio di bus-navetta da Madesimo a Pianazzo e viceversa.

PERCORSI PER RACCHETTE DA NEVE

Negli ultimi anni anche le ciaspole hanno suscitato un nuovo interesse in appassionati, sportivi e semplici amatori. Proprio per questo sono stati tracciati due itinerari segnalati con paline, facilmente  percorribili e non impegnativi.

Madesimo

Partenza: sulla passeggiata lungo il fiume, dal ponte di legno di fronte al Residence “Alla Gran Baita”
Arrivo: Via Brenta
Itinerario: il percorso sale gradualmente dal centro di Madesimo all’Alpe Andossi, dapprima addentrandosi nel bosco, poi percorrendo in lungo l’altopiano esposto al sole; in località Mottaccio si ridiscende a Madesimo, sempre lungo facili tornanti
Tempo di percorrenza: circa h 1.30 / 2.00
Dislivello: circa 200 metri
Difficoltà: facile, adatto anche ai principianti

Isola

(a 3 km da Madesimo)
Partenza: Via Baldiscio – Chiesa di S.Martino
Arrivo: Via Baldiscio – Chiesa di S.Martino
Itinerario: il percorso sale rapidamente percorrendo la vecchia mulatteria del passo Baldiscio, fa un ampio giro alternando tratti pianeggianti, salite e discese in zona Ca Raseri. Scende poi nel bosco ritornando in paese, da cui si possono ammirare scorci della storica Via Spluga.
Tempo di percorrenza: circa h 1.30 / 2.00
Dislivello: circa 250 metri
Difficoltà: media

Si raccomanda di non percorrere i tracciati senza ciaspole.

Per i più esperti è possibile percorrere affascinanti itinerari alternativi in compagnia delle nostre guide alpine:

Moreno Pedroncelli
Cell. +39 333 3988552
morenope@libero.it

Pio Guanella
Cell. +39 335 6694432
pioluigi.guanella@gmail.com

Consultando il nostro calendario eventi è possibile verificare le date delle prossime uscite di gruppo organizzate dal Consorzio Turistico di Madesimo

 Vai al calendario eventi
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.